Forum delle famiglie - Popoli e Culture Onlus

Vai ai contenuti

Menu principale:

Forum delle famiglie

Forum delle famiglie: Integra. Famiglie in azione per una società interculturale

Il 29/01/2015 ha preso il via il primo laboratorio famiglia previsto dal progetto Integra che si svolge su tutto il territorio nazionale con laboratori e tavole rotonde.
Nella sede di Popoli e Culture, in via Tasselli, sono convenuti rappresentanti di diverse aree geografiche: senegalesi, tunisini, sud-africani.
Durante la conversazione è emerso che tutti gli immigrati, residenti nella nostra città, incontrano difficoltà nel cercare lavoro, nel cercare un alloggio, poichè sono poche le persone disposte ad affittare loro la propria casa.
L'Imam, anch' egli presente, ha espresso il desiderio di avere un terreno su cui realizzare un cimitero musulmano ed anche il desiderio di inserire nelle scuole dei mediatori culturali in aiuto dei bambini in difficoltà.
Nel mezzo della discussione, ha fatto" capolino" la presidente provinciale del Forum delle famiglie Maria Assunta Corsini, per augurare un proficuo svolgimento dei lavori.
L'incontro si è svolto con serenità, mentre i piccoli figli degli intervenuti erano intrattenuti con disegni e giochi dalla presidente Maria Giovanna Mayo nei locali adiacenti a quello in cui si svolgeva il laboratorio.


Lecce 04/02/2015                           Giovanna Cavone





torna alle news


Il 23/02/2015 ha preso il via il secondo laboratorio famiglia che ha visto una calorosa partecipazione di famiglie migranti e italiane.
Dopo i saluti e la registrazione delle firme degli intervenuti, la conduttrice ha dato la parola al signor Parlangeli Emanuele, segretario del progetto Policoro per la Puglia che, a Lecce, prende il nome di Progetto di S.Oronzo.
Il signor Parlangeli, precedentemente invitato, è intervenuto per dare indicazioni utili alle famiglie in difficoltà, perchè possano tentare di risolverne qualcuna con l’aiuto del piccolo prestito. Il progetto è rivolto ai giovani sino a 35 anni. I requisiti richiesti sono: essere giovane, risiedere nella Diocesi di Lecce, avere un’idea di impresa.
Il progetto è rivolto ai giovani italiani e stranieri che vogliano lavorare ma non hanno bancabilità.
Il signor Parlangeli, ha detto anche che a breve ripartirà il progetto Speranza, iniziativa di microcredito lanciata da Intesa San Paolo e dalla Cei con la collaborazione dell’ABI per aiutare le famiglie in difficoltà per la crisi. Tale progetto non prevede limiti di età.
La conduttrice ha chiesto ai presenti se conoscono i servizi utili messi a disposizione dal Comune di Lecce per chi ha bisogno di aiuto e quelli utili per i migranti e i rifugiati. Da un breve sondaggio è emerso che non tutti i partecipanti sono aggiornati sui servizi e strutture. Pertanto di tali servizi si parlerà più a fondo nel prossimo laboratorio.
Durante lo svolgimento dell’incontro, i figli minori degli immigrati presenti erano intrattenuti con giochi e attività di disegno nella stanza adiacente.
L’incontro si è concluso alle 20.45

 
Torna ai contenuti | Torna al menu